Domenica 5 Ottobre

Prima giornata di campionato

Rocca Priora – Lodigiani

Campo Montefiore, via dell’Arenatura ore 11.00!

Tutti fomentati a sostenere i colori biancorossi!

Ps: dal programma gare delle prime due giornate sembra che tutte le squadre, ad eccezione del Semprevisa Carpineto Romano, giochino la mattina alle 11.00!
Annunci

Fuori dalla Coppa Lazio


Oggi San Basilio e Alba Villa Reatina hanno pareggiato 0-0, il che vuol dire Alba Villa Reatina primo nel girone a 4 punti e noi fuori a 3. Partita fino all’ultimo in bilico, nel secondo tempo è stato un vero assalto del San Basilio, con 3 palle gol sbagliate clamorosamente davanti al portiere e un fuorigioco inesistente (che ricordava quello visto a Genova ai danni della Roma) da segnalare. Da notare la tribuna del San Basilio piena in ogni ordine di posto con molta gente assiepata sulle recinzioni, segno che le categorie minori cominciano a fare breccia più di qualche tempo fa. Speriamo che anche la nostra società sfrutti la scia e porti un numeroso pubblico ala Borghesiana!


Intanto Domenica tutti a Rocca Priora (probabile inizio, da riconfermare, alle 16).

IERI SERA IL PRESIDENTE FEDERICI E’ INTERVENUTO NELLA TRASMISSIONE "GOL DI NOTTE", CONDOTTA, COME TUTTI SAPRETE DA MICHELE PLASTINO (NOTO MORALIZZATORE ANTI-ULTRAS). DALLA CHIACCHIERATA DI CIRCA 5 MINUTI (TRA L’ALTRO MOLTO BEN GESTITA DA FEDERICI) LO STESSO PLASTINO SI E’ PROPOSTO COME ALLENATORE DELLA COMPAGINE BIANCOROSSA, NOI ULTRA’ LODIGIANI METTIAMO SIN D’ORA LE MANI AVANTI SPERANDO CHE CIO’ RIMANGA SOLAMENTE UN’IDEA UTOPICA NELLA MENTE DEL CONDUTTORE DI T9.
NON VOGLIAMO ASSOLUTAMENTE CHE SULLA NOSTRA PANCHINA SIEDA UN PERSONAGGIO CHE NEGLI ANNI SI E’ DISTINTO PER LE SUE CAMPAGNE CONTRO IL MOVIMENTO ULTRAS, E CHI ABITA A ROMA (E NON SOLO, CHIEDETELO ALLA CURVA A) SA COSA VOGLIO DIRE E COSA RAPPRESENTA QUEL PERSONAGGIO PER NOI "CURVAIOLI", SENZA DIMENTICARE IL FATTO CHE E’ ANCH’ESSO UN NOTO SERVO DELLA CISCO, ALLA QUALE FINO ALLO SCORSO ANNO, A VOLTE, DEDICAVA ANCHE SPAZIO NELLA SUA TRASMISSIONE!
SPERO CHE LA SOCIETA’ PRENDA ATTO DI CIO’ E CHE QUESTA RIMANGA SOLO UNA VOCE. PLASTINO CONTUNUI A FARE IL GIORNALISTA E NON ROVINI L’IMMAGINE DELLA LODIGIANI, CHE E’ E DEVE RIMANERE UN SIMBOLO DI ONESTA’ E PULIZIA NEL GIA’ SPORCO E TRISTE CALCIO ITALIANO!

MICHELE PLASTINO…GIU’LE MANI DALLA LODIGIANI!


Prima vittoria

Finalmente! Da tanto tempo aspettavamo di vedere la Lodigiani vincere una partita in campo e  ciò è stato. Una partita sofferta, come sempre, e neanche del tutto convincente: primo gol su rigore (che, diaciamoci la verità, non era molto evidente) e Pro Calcio San Basilio in 10, secondo gol nel secondo tempo con tiro dalla tre quarti destra che non sappiamo neanche noi come s’è insaccato in porta. Ora qualche considerazione:

La squadra: sinceramente, nonostante una maggiore fluidità nel gioco, restano le pecche di sempre: attacco poco (o nulla) pungente, su azione non si riesce mai a costruire nulla di concreto. Oggi abbiamo vinto ma potevamo pure non vincere. La difesa e il centrocampo danno molta solidità e sicurezza, di fatti, a quanto sembra, i problemi non saranno in retroguardia. L’agonismo non manca, manca però la convinzione e la voglia di far male. Comunque quello che conta è stato vincere.

La società: seconda partita in maglia Seleccion, contestata da un nostro striscione in maniera ironica. Per quello che mi riguarda la serietà di una società (e per me la categoria non conta) sta anche nell’organizzare tutto entro le scadenze. La colpa di una mancanza del materiale di gioco non può attribuirsi ai fornitori, bastava fare tutto per tempo. Inoltre delle divise da gioco rosse si rimediano a basso prezzo, visto che anche le maglie argentine sono state sicuramente pagate, tanto valeva fare l’investimento su maglie rosse. Dal campionato vogliamo rivedere la squadra coi nostri colori. Per il resto ci delude il fatto che l’atteggiamento del "venimose incontro" di inizio stagione stia scemando per motivi non definiti. Sia comunque chiaro: gli Ultrà Lodigiani non hanno bisogno di nessuno e vanno avanti da soli, noi alla società non chiederemo mai nulla che riguardi il nostro gruppo, era così in serie C e sarà così pure adesso. Ci dispiace solo che così i progetti di ridare lustro all’immagine e al nome della Lodigiani vadano un pò a farsi benedire, ma non c’è problema. Se presidente e Ceci fanno così i preziosi perché per loro parlare con gli ultrà è una cosa che li abbassa di livello sociale per noi non c’è problema. Di sicuro noi non stiamo più a pregare nessuno per settimane cercando qualche minuto del loro "preziosissimo tempo" (perché tanto quelli che non hanno un cazzo da fare siamo solo noi!).

La Coppa: 2-0, risultato perfetto per sperare ancora. Ora siamo a 3 punti noi e l’Alba Villa Reatina, che ci ha battuti 1-0. Domenica c’è l’ultima partita del girone a S.Basilio (qualcuno di noi presenzierà), e dobbiamo sperare che il San Basilio vinca con noi più di due reti di scarto. Altri punteggi ci fanno fuori. Ma se prima di oggi le speranze di qualificazione erano al 5%, ora un 20/30% lo abbiamo, anche perché il S. Basilio non si è dimostrato affatto male.

Il gruppo: prestazione più che buona del nostro tifo, forse qualcuno dovrebbe ricordarsi cosa vuol dire "urlare" e non canticchiare per la propria squadra. Per il resto lamentele quasi nessuna in una giornata quasi perfetta. Forse qualcuno che oggi è mancato dovrebbe prendere un pò più sul serio l’attività del gruppo. Inoltre, se qualcuno non ha più voglia di venire invece di angosciarsi settimanalmente per trovare una scusa ce lo può dire in faccia. E’ più dignitoso.

Ora il campionato, dal 5 Ottobre si farà veramente sul serio, non si potrà più sbagliare: né loro in campo, né noi sugli spalti! Daje Lodigiani


DAL SITO DELL’ATAC:

Riprese le giornate di verifica straordinaria (NIENTE)

Presto emettitrici di biglietti anche nei cinema e nei teatri


17 set – Torna la lotta all’evasione tariffaria sui trasporti pubblici romani con le giornate “Bip&go prende il bus” (uuuuuuaaaaaahhhh!). Seppure il fenomeno, negli ultimi tempi, si sia ridimensionato grazie all’introduzione dei varchi in metropolitana (niente, sempre passati spavaldamente in due!) e all’intensificazione dei controlli in superficie (bello daje la tessera sanitaria!), resta però sempre una piaga da guarire (non è una piaga, è l’oro di Roma!).

 

Una piaga contro cui la cura più efficace resta la verifica (n-i-e-n-t-e!).

 

Ieri è andata in scena la sesta giornata di controlli straordinari su 155 linee di bus considerate “strategiche” per la città (maddechè??? Ieri co mi fratello avemo preso metro, autobus e tram a palle larghe e senza elargire un centesimo!). Ancora una volta, accanto alle squadre “ordinarie”, verificatori d’eccezione sono stati quadri e dirigenti dell’Atac l’Agenzia per la Mobilità pubblica e privata del Comune (ma che devono fa???). Nel corso della sola mattinata, i controllori hanno emesso 352 multe (fesso chi j’ha dato er documento ai quei falliti degli zii Atac!) a passeggeri sorpresi senza biglietto o con un titolo non convalidato (la cosa sbagliata è proprio averlo il biglietto, anche se non lo convalidi!).

 

Un dato inferiore alla media di mille sanzioni delle precedenti giornate di verifica straordinaria (se vede proprio che ‘sta città si sta imborghesendo!, ma tanto il dato è  falso, perchè un conto è fa i controlli sulle linee del centro, tipo 64 o 40 Express, dove ci sono tanti turisti che ovviamente pagano, ed un conto è farla sul 105 da P.Togliatti a Grotte Celoni o sul 559…ah cazzari!).

 

“La campagna Bip&go prende il bus” – ha dichiarato l’amministratore delegato di Atac, Gioacchino Gabbuti, è solo una delle leve che stiamo utilizzando per migliorare il servizio e combattere l’evasione (aoh parlamose chiaro, mettetelo in testa caro down di un amministratore delgato, NON PAGHEREMO MAI!). Il piano intrapreso più di un anno fa, infatti ha visto la revisione della filiera commerciale, l’installazione dei tornelli elettronici nel metrò (ottimi come svago direi!), quella di nuove 200 macchine emettitrici di biglietti e l’apertura di altre biglietterie in metropolitana (dopo Battistini e Cornelia, nei prossimi giorni toccherà a Spagna).

 

Quest’anno, poi, inizierà la sperimentazione di nuove Meb più piccole e compatte in supermercati, centri commerciali, cinema e teatri”. (mettitele ar culo!)

 

NON PAGHEREMO MAI!


ADDIO STEFANO

Una storia disonesta

Si discuteva dei problemi dello stato
si andò a finire sull’hascish legalizzato
che casa mia pareva quasi il parlamento
erano in 15 ma mi parevan 100.
Io che dicevo "Beh ragazzi andiamo piano
il vizio non è stato mai un partito sano".
E il più ribelle mi rispose un po’ stonato
e in canzonetta lui polemizzò così:
"Che bello
due amici una chitarra e lo spinello
e una ragazza giusta che ci sta
e tutto il resto che importanza ha?
che bello
se piove porteremo anche l’ombrello
in giro per le vie della città
per due boccate di felicità".
"Ma l’opinione – dissi io – non la contate?
e che reputazione, dite un pò, vi fate?
la gente giudica voi state un po’ in campana
ma quello invece di ascoltarmi continuò:
"Che bello
col pakistano nero e con l’ombrello
e una ragazza giusta che ci sta
e tutto il resto che importanza ha?"
Così di casa li cacciai senza ritegno
senza badare a chi mi palesava sdegno
li accompagnai per strada e chiuso ogni sportello
tornai in cucina e tra i barattoli uno che….
"Che bello
col giradischi acceso e lo spinello
non sarà stato giusto si lo so
ma in 15 eravamo troppi o no?".E questa
amici miei è una storia disonesta
e puoi cambiarci i personaggi ma
quanta politica ci puoi trovar


Mi unisco a quanto detto da Simone sotto! Premetto che mi scuso per quel mezzo casino che ho creato all’inizio col comunicato anti violenza che ho strappato dalla recinzione (scusate ma ho l’allergia) comunque visto che sono io stesso a promuovere una certa linea di condotta e non voglio passare per quello che predica bene e  razzola male garantisco che durante l’anno certe cose non succederanno più!

Però se c’è qualcosa che mi fa veramente incazzare al mondo non sono i capricci di Borgo sugli spalti (anche se ci sarebbe molto da dire), ma lo scendere in campo con la maglia dell’Argentina (cosa senz’altro poco professionale e per nulla consona a rappresentare la LODIGIANI) e soprattutto il perdere 1-0 senza praticamente mai lottare. In pratica possiamo tranquillamente dire addio alla Coppa Lazio, torneo sul quale contavamo molto, ora ci rimane il campionato, ma se il buongiorno si vede dal mattino…
io voglio ricordare alla nostra comunque giovane dirigenza che rappresentare la Lodigiani è una cosa seria, quindi non ci dobbiamo più prestare a chiacchiere facili e a figure a dir poco ridicole! Noi con la massima serietà stiamo appoggiando un PROGETTO, e per me la parola progetto sottintende programmi di medio e lungo periodo! Ed una permanenza (neanche così scontata del tutto) in Prima Categoria non rientra nei nostri programmi! Ora lungi da noi fare gli snob e i pretenziosi dopo quattro anni, ma non vogliamo essere circondati dai quacquaracquà! Gli Ultrà Lodigiani stanno rappresentando più che degnamente questo blasone, dirigenza e squadra cercassero di fare altrettanto!