CON QUESTO CREDO CHE AI CROATI SPETTI DI DIRITTO LA PALMA DEI MIGLIORI AD EURO 2008, DA NOTARE L’ACCENSIONE DI UNA TORCIA DIETRO LO STRISCIONE, SENZA DIMENTICARE CHE DURANTE LA GARA (CROAZIA-TURCHIA) NE HANNO ACCESE DIVERSE E SCOPPIATO UN BOMBONE DOPO IL VANTAGGIO DELLA LORO SQUADRA, SE AVETE TEMPO GUARDATE ANCHE I VIDEO SU YOUTUBE, ANCHE FUORI PADRONI INCONTRASTATI! ONORE A LORO…PECCATO SIANO STATI ELIMINATI, IN FINALE TOCCHERA’ SORBIRCI PARRUCCONI E ZINGARATE VARIE…!
Annunci

EUROPEI 2008

Premettendo che di ultras quasi non si possa parlare in questa rassegna continentale, infatti in genere abbiamo visto per lo più tifosi, turisti, compagnie di amici, e ben poco di ultras o simili, calcolando anche che siamo a casa e vediamo tutto dal televisore (se si ha tempo per vedere qualcosa), quali sono le nazionali meglio supportate a livello di tifo caldo (che si avvicina al tipo ultras diciamo)?

Secondo me Croati, Polacchi, Russi, Greci.

Ovviamente non si parla di ultras veri e propri, ma da quel che ho visto qualcosa hanno prodotto di apprezzabile..


Da un incontro odierno fra il questore Tagliente col presidente Della Valle e l´assessore Giani, dovrebbe uscire una mini rivoluzione che interesserà tutti i tifosi viola che frequentano il Franchi. Duemila posti in più addosso al Formaggino e nuovi servizi. Queste le principali novità in agenda.(MA ‘STO QUESTORE A FIRENZE NON HA PROPRIO UN CAZZO DA FARE, IL PRIMO PENSIERO ALLA MATTINA E’ QUELLO DI COLLABORARE CON I COLLUSI VIOLA!)

Il vento di novità più interessante dovrebbe essere proprio l’abbonamento (o biglietto) multifunzionale che servirà anche per viaggiare sui bus dell´Ataf (NON VA BENE…GLI ONESTISSIMI CITTADINI FIORENTINI VOGLIONO PAGARE IL PREZZO INTERO DEI LORO BUS DI MERDA!) e la "Tessera del tifoso", una sorta di passe-partout per il Franchi con tanto di raccolta punti-sconto compresa (SI CHI FA PIU’ PUNTI DIVENTA PRESIDENTE ONORARIO DEL Collettivo Autorizzato dal Viminale!).
Correzioni strutturali allo stadio ed innovazione tecnologica. (COMINCIATE A RIFARE IL "FRANCHI" CHE FA CAGARE!) Queste le parole d’ordine del questore, convinto che le modifiche all´impianto e la primogenitura di servizi informatici possano avere positive ricadute sulla sicurezza.(E’ GIA’ UN LAGER!)

Duemila nuovi posti saranno ricavati sulle gradinate del Formaggino, in quelle che sono adesso le zone cuscinetto che chiudono lo spazio ospiti sia sul lato Ferrovia che su quello Maratona.
Mille posti in più da una parte e mille dall´altra, delimitati da ulteriori vetrate. Nuovi spicchi di stadio che potranno essere destinati agli ospiti oppure alla tifoseria di casa a seconda delle necessità.(SI I GRANDI FIORENTINI CHE AFFOLLANO LO STADIO VEH? N’E’ CHE COSI’ SI LEVANO POSTI AGLI OSPITI APPOSITAMENTE!)
Opera strutturale questa, da eseguirsi a carico della Fiorentina che ne trarrà poi vantaggio dal maggior numero di biglietti che si potrà staccare.

La convenzione con l´Ataf (GRATIS) servirà invece a far sì che gli abbonamenti e i biglietti allo stadio consentano anche di viaggiare sui bus urbani nella domenica di partita: in pratica i tifosi pagheranno con l´abbonamento o il biglietto alla partita anche una quota per il viaggio, che sarà ridotta rispetto al ticket ordinario, ma che per Ataf sarà un’entrata "certa" e per i tifosi un incentivo ad usare il bus.(MA ANNATE AFFANCULO, MA CHI LI PAGA!)

In una riunione della Fiorentina con i capi delle tifoserie (EEEEEHHHH!), ieri pomeriggio, si è parlato anche della famosa "Tessera del tifoso" che, come tutto il resto, dovrebbe essere attiva con l´inizio del campionato.(SI, A FIRENZE CE CREDO!)
A cosa servirà? Sarà un telepass per l´accesso allo stadio e ad impianti di altre discipline sportive che consentirà di snellire le procedure di acquisto dei biglietti, ma potrà funzionare anche come portafoglio elettronico per l’acquisto di merchandising dato che la società è intenzionata a caricarci sopra punti e benefici.(ANCHE DESCRITTA COSI’ E’ UNA MERDA, MA LA VERITA’ E’ CHE SI TRATTA DI UN MODO PER IDENTIFICARE TUTTI I TIFOSI…DA STATO DI POLIZIA!)

Il questore (CONFERMO, NUN C’HA UN CAZZO DA FA!) chiederà inoltre che entro l´estate sia avviata – partendo dalla tribuna autorità – la sostituzione dei separatori verso il terreno di gioco con parapetti che rendano più agevole la discesa dei tifosi in campo in caso di emergenza (TIPO SE QUALCUNO ACCENDE UN MINICICCIOLO!) ed infine, porrà il problema del bagarinaggio informatico emerso in occasione del match Uefa col Glasgow quando, una ventina di tifosi scozzesi si sono presentati con biglietti di settori riservati ai fiorentini che avevano acquistato su E-bay. (MANCO MALE!)
Se questo fenomeno si estendesse potrebbe diventare un grosso problema.(EH SI, IMMIGRAZIONE E PRECARIATO GLI FANNO UNA PIPPA!)

Fax Infami Ridicoli Epatite Nullafacenti Zozzi Escrementi




In un’edizione ungherese del Grande Fratello, il concorrente Renato ha bestemmiato in lingua italiana esplicitamente, più volte. Non vi è stata alcuna censura, ma va sottolineato che né il pubblico né la produzione si sono resi conto di quel che Renato diceva, non comprendendone l’idioma. Alla sua uscita dalla casa, il presentatore stesso ha accolto Renato bestemmiando Dio ad alta voce, in italiano, palesemente ignaro del significato delle sue parole. Dal microfono, di fronte ai fans in delirio, Renato ha bestemmiato a squarciagola Dio, la Madonna, "e tutti gli angeli in colonna!". L’intero episodio è stato trasmesso al pubblico italiano, con censura, durante la trasmissione Mai dire Grande Fratello [13].

Immaginando la scena ‘sto morendo dalle risate…


UNA SOLA DOMANDA…MA CHE DEVONO DA FA? I GRANDI ULTRAS DURI E PURI VEH? …NIENTE!

Gli ultras del Gallipoli contro i "portoghesi" che non pagano il biglietto


La gara contro il Ferentino inizia in un silenzio irreale a seguito dello sciopero del tifo organizzato dagli ultras del Gallipoli. Prima dell’inizio della partita i tifosi giallorossi avevano staccato gli striscioni appesi al vetro di recinzione in segno di protesta nei confronti di tutti quei tifosi che si recano allo stadio senza pagare il biglietto d’ingresso. «Noi non chiediamo nulla a nessuno – dicono inferociti gli ultras della curva nord -e paghiamo regolarmente il biglietto all’ingresso perché siamo veramente tifosi del Gallipoli e sappiamo quanti sacrifici ci vogliamo per portare avanti una squadra che punta a vincere il campionato di serie D. Per questo protestiamo contro tutti quelli che, invece, vogliono entrare allo stadio senza contribuire neanche pagando il biglietto d’ingresso allo stadio a mantenere la squadra». Nessuno era abituato a vedere gli ultras gallipolini accogliere in silenzio i propri beniamini al loro ingresso allo stadio e seduti comodamente sui gradini della curva. Tutto però è durato solo 12 minuti perché allo scadere del tempo deciso si sono risentiti i cori di incitamento per i colori giallorossi del Gallipoli. Si sono, però, sentiti anche i cori contro i cosiddetti portoghesi che non pagano il biglietto d’ingresso. «Vogliamo che tutti quanti paghino il biglietto d’ingresso – continuano a dire i tifosi – per il bene della squadra che ci sta regalando tante soddisfazioni. Noi non abbiamo niente contro i nostri giocatori che invece danno sempre il massimo per i colori sociali che non solo sono della squadra ma di tutta la città intera». Da parte sua il presidente Vincenzo Barba ci tiene a sdrammatizzare perché «apprezzo i tifosi ultras per tutto quello che fanno per la squadra della nostra città. Sono sempre vicini a noi, ci seguono in ogni partita anche in quella più lontana affrontando lunghe e stanche trasferte. So che sono attaccati ai colori giallorossi e che quello che fanno lo fanno sempre in buona fede e per il bene della nostra squadra. Credo, comunque, che non sia questo il principale problema da dover affrontare perché se ci sono alcuni che chiedono ed ottengono di poter entrare gratis allo stadio è meglio che invece ci siano alcuni che entrano gratis in modo diverso. Guai se non ci fosse, nella vita, il chiedere e l’ottenere perché qualcuno cercherebbe di ottenere in maniera diversa e così non sarebbe invece bello». Per quanto riguarda la vittoria ottenuta contro il Ferentino (3-1) dopo un pareggio contro il Venafro e la prima sconfitta subita a Isola Liri (1-2) il patron del Gallipoli è invece molto soddisfatto. «Abbiamo meritato questo successo perché abbiamo lottato su ogni pallone alla ricerca del gol vittoria. Ci tenevamo tanto a ritornare al successo e riprendere così la marcia verso la serie C/2. Grazie al pareggio interno del Val di Sangro contro il Nardò abbiamo aumentato a dieci punti il nostro vantaggio».

P.S. Comunque l’articolo è vecchio, spero che ora i Gallipolini abbiano cose più serie a cui pensare…


Penso che la cosa più bella della serata di oggi l’abbia detta Giorgio, quando parlavamo di futuri volantinaggi per riallargare il gruppo. Giorgio ha detto: "ma che te frega, alla fine sti cazzi, semo noi e basta"…. io penso che un pensiero come quello di Giorgio sia semplicemente stupendo, perché rispecchia l’attuale coesione e unità di gruppo, la nostra voglia di scherzare e di stare insieme senza bisogno di altre persone.

Però nello stesso tempo ripenso a tutti quei gruppi di persone, dal 1996 in poi, che hanno promesso di restare uniti e di non cambiare mai, e che, alla fine, non hanno mantenuto la loro promessa….e penso che se pure qualche anno fa rimanevamo ad ammirarci per quanto eravamo belli…beh, a quest’ora non esisteremmo più.

Credo, quindi, che questo gruppo sia stupendo come è ora, però, nello stesso tempo, credo che, come abbiamo sempre fatto, dovremo dare l’occasione a nuovi Simone, Nikola, e Valerio, di venire con noi e vivere ciò che già abbiamo già vissuto noi. Se lo vorranno, e se ne avremo noi l’occasione.

AVANTI COSI’ ULTRA’ LODIGIANI


SENZA BIGLIETTO AGGREDISCE CONTROLLORE METRO ROMA

Un passeggero della metropolitana, sorpreso senza biglietto, ha aggredito un controllore che difendeva una collega insultata mentre stava elevando la contravvenzione. A riferire l’episodio, avvenuto stamattina alla stazione Furio Camillo della linea A del metro’ di Roma, e’ l’ufficio stampa dell’Atac, spiegando che il controllore, colpito da un pugno in pieno volto, e’ finito in ospedale, dove i medici gli hanno applicato quattro punti di sutura sotto l’occhio. Il passeggero multato, di nazionalita’ italiana, si e’ dato alla fuga, ma sara’ presto identificato grazie ai dati trascritti sulla multa. Il controllore, 33 anni, assunto 18 mesi fa dall’Atac, dopo essere stato medicato e’ stato dimesso dall’ospedale con 10 giorni di prognosi.


…BASTAVA CHE NON GLI DESSE I DOCUMENTI O CHE FUGGISSE!

P.S. Cmq mesà che era un ultras…