Dedicato a …

Dedicato a coloro che, nel pericolo, potrebbero salvarsi fuggendo, ritirandosi, guardando altrove con ottime o passabili scuse, e non lo fanno.
Ai poliziotti, ai carabinieri, le forze dell’ordine di cui nessuna collettivita’ organizzata puo’ fare a meno. Spesso abusati da chi difende lo status quo, ma non per questo rispettati, ne’ pagati il giusto.
Li dicono eroi ma li considerano servitori di propri specifici interessi.
Spesso attaccati da chi necessita di un cambiamento perche’ ne sono il limite comunque costretto dalla legge. E allora li dicono servi da additare al pubblico disprezzo. Spesso incapaci, inadatti al loro dovere. E’ che non si puo’ non accettarne l’assoluta necessita’ in qualsiasi contesto civile. E’ che in qualsiasi modo si evolva la societa’, e io mi auguro in bene, non cambia lo spazio che Loro vanno ad occupare.
Fuori da ogni propaganda politica a Loro tocca sempre e comunque il peggio di noi. Per questo devono essere preparati, molto e di piu’, rispettati, ben pagati e, se sbagliano, devono essere giudicati per le loro colpe. Con serenita’, ma molto severamente. Troppo facile, quasi banale. Molto piu’ comodo da una parte il disprezzo, dall’altra l’impunita’.
A troppi conviene mantenere uno spazio aperto al sospetto, alla propaganda, all’odio, al gioco sporco, a me no, non fosse che per il sentimento di amicizia che mi lega a qualcuno di loro. Uomini liberi, coscienti, capaci di complessita’, che meritano tutto il mio rispetto e, spesso, la mia preoccupazione.

Annunci

ALLA (RI)SCOPERTA DEL NOSTRO SITO


La recente rinfrescata grafica della home page e l’aggiornamento di alcune pagine rimaste ferme da tempo, offrono l’occasione per riscoprire alcune pagine del sito, alcune più conosciute, altre più dimenticate. Un viaggio, fra aneddoti e retroscena, che spiega il perché del successo del nostro sito.

PRIMA PUNTATA: LA PAGINA DEL CERVETERI

Scrivereste la storia di Roma senza parlare dei 7 Re? Scrivereste la storia del calcio italiano senza parlare di Baggio? Scrivereste pagine e pagine di storia del secolo scorso senza parlare delle Guerre Mondiali? E allora non vi potete aspettare il nostro sito senza la pagina del Cerveteri!

La pagina del Cerveteri, la più discussa, la più chiacchierata del sito, quella pagina che almeno una volta ogni persona del gruppo mi ha chiesto di togliere, magari dopo una delle tante malefatte del Cerveteri ai nostri danni! Ma io ho sempre risposto che, indipendentemente da quello che poteva aver fatto il Cerveteri, esiste una pagina di storia che non può essere di certo cancellata!

La pagina del Cerveteri fu tra le prime di questo sito a nascere, già nel 2000! Gli Ultrà Lodigiani erano appena apparsi come sigla, e il sito era ancora ai primi vagiti…in una delle serate fiume in un pub di Roma, rimasta alla storia, con gli UL sulla parte sinistra della tavolata a parlare con entusiasmo del nuovo gruppo, e 4/5 ragazze annoiatissime sulla parte destra…si beveva, si cazzarava, e dopo l’ennesima battuta del Cerveteri a qualcuno venne l’idea: perché non intervistare il Cerveteri e mettere il tutto sul sito? L’idea fu subito accolta in maniera esaltante, e l’intervista che ne uscì, e che ancora c’è sul sito, è di quelle esileranti: Cerveteri che parla del Cerveteri, Cerveteri e il Dio denaro, a cui manda i suoi saluti finali, Cerveteri e le sue multe quotidiane, Cerveteri e il canescioltismo…e poi il tutto integrato dal suo album personale, con delle foto che ci hanno fatto letteralmente morire dalle risate, come Cerveteri in completo da matrimonio, o Cerveteri che lava il vetro dell’auto, o, durante una trasferta, che prende la multa sulla Circumvesuviana. Non so in quanti hanno poi voluto conoscere il Cerveteri dopo la pubblicazione di quella pagina.

Poco tempo dopo, su iniziativa invece del Cerveteri, si aggiunse la pagina dei Vip del Cerveteri, per lo più giocatori e allenatori famosi, ma non solo…grazie a quella pagina Cerveterri ammaliava tante ragazze sulle sue chat, spesso i commenti erano dettati da lui, soprattutto quando si parlava di certi giocatori come grandi amici…

La provocazione, che non so se verrà raccolta, è quella di una pagina con un’intervista al Cerveteri di oggi, al seguito dell’innominabile, con le sue inimitabili vicende di famiglia…meglio di Casa Vianello!

La pagina del Cerveteri: www.ultralodigiani.org/ercerveteri.htm

Da parecchio tempo avevo voglia di riscrivere un post sul blog, solo che ho pensato a questi giorni su come scrivere qualcosa e cercare di cadere meno possibile nella retorica o nelle solite cose. Non mi soffermerò a parlare della situazione del movimento ultrà nè a lasciare post del cazzo con articoli ripresi dalla tifonet e poi commentati da me stesso, tanto alla fine Stefano ha perfettamente ragione…non siamo nessuno per fare la morale alle cazzate che fanno gli altri…Vorrei quindi parlare del gruppo, del NOSTRO gruppo…ragazzi siamo ancora qua, e questo già ci dovrebbe dare una spinta per andare avanti, magari un po cambiati, chi casual, chi coi capelli alla Tarzan-SpaventaZii, chi meno roscio del solito…ma cmq siamo qui…forse negli ultimi tempi ci siamo un pò persi questo può essere vero, ma la nostra amicizia, che è e deve restare il collante fondamentale (anche perchè in mancanza dello stadio o andiamo avanti con l’amicizia o diventiamo tutti froci!)…ho pensato ai tanti momenti che fino allo scorso anno abbiamo trascorso assieme, alle domeniche a cazzeggiare per l’Italia, e vi assicuro che non c’è niente che le eguagli…ti puoi seguire la Serie A, la Serie B, quello che ti pare…ma nulla è paragonabile con gli Ultrà Lodigiani…parafrasando ciò che ho scritto privatamente a Stefano e come già detto alla riunione, ognuno di noi deve quello che è a questo gruppo, è vero ed è ineccepibile, la Scuola Lodigiani senza dubbio funziona meglio del sistema scolastico italiano, ti forma, fuori e dentro lo stadio…io, poi non so se è il caso di scriverlo su questo blog, ma al massimo riceverò un rimprovero da Stefano (manco male) condivido in pieno il pensiero di Nikola e dello stesso S.C.F., onestamente spero che potremo essere noi i complici di questo destino, in quanto ho perso la fiducia in qualsiasi figura, qualsiasi essa sia, anche nel buon Malvicini (si lo so che è sicuramente più sincero degli altri, ma io ormai ripongo fiducia solo in noi!), come detto e come non mi stancherò mai di ripetere, ragazzi non ci scordiamo le parole di Appetiti (boia) prima di Cisco-C.S.Pietro, quando noi stavamo mettendo in atto la nostra protesta contro le merde della cisco, il boia dopo aver tentato di investire i due ragazzi gli disse "MA CHI VI PAGA?", capite? Tanto eravamo stati potenti nella protesta rispetto al nostro esiguo numero…e potrei fare altri 1000 esempi di questo genere…morale? Se noi vogliamo non ce n’è per nessuno, siamo dotati tutti di materia grigia ed abbiamo il pregio di non arrenderci mai…secondo me (e ripeto che comunque è la mia visione delle cose) il nostro futuro è in mano a noi stessi, basta illusioni e basta prese per il culo…certo se riceveremo una notizia "buona" da Sir Malvicini tanto di guadagnato, ma a questo punto finchè non vedo non credo…io sono sicuro che la riunione della scorsa settimana possa essere un ottimo ed importante punto di partenza per noi, se ci pensate erano mesi che non trattavamo i nostri argomenti con questa serietà e senza stronzate, senza andare di fretta e guardandoci in faccia, io ho visto un gruppo che nei suoi effettivi (almeno potenzialmente) è molto maturato e se, da un lato, maturare può essere deleterio dall’altro però ci offre l’opportunità di affrontare i problemi e proporre iniziative da uomini (vabbè qui chiaramente parlo di me e di chi altro sta uscendo o è già uscito dall’adolescenza) e non da adolescenti…io c’ho tanto "pianto" sopra a questo passaggio di età, ma poi ho anche riflettuto su una cosa, nella vita vale sempre la pena vedere il bicchiere mezzo pieno, e trarre vantaggio da questi cambiamente…ok fino a 18 anni cazzeggi tutto il giorno, non fai un cazzo a scuola e vabbene, ma poi ci sta un’età per tutto e nonostante quei momenti li rimpianga da morire dopo un anno dalla fine della scuola posso dire che sto trovando i miei equilibri…vabbè ma cmq sto entrando sul personale e non credo che ve ne freghi molto…tutto questo semplicemente per dire che ho visto molti di noi maturati, e questo mi fa molto piacere! Aspettando prossime notizie in merito a ciò che dovremo fare sono orgoglioso di avre la vostra amicizia, bene prezioso che onestamente fuori dall’ambito dello stadio non ho mai ritrovato in maniera così forte, condivido in pieno una frase che mi disse Stefano al telefono circa 3 anni fa, disse "HO SEMPRE PREFERITO LE AMICIZIE NELL’AMBITO DELLO STADIO, IN QUANTO IL RESTO VA QUASI SEMPRE A PUTTANE…"…purtroppo è la verità…noi invece ce l’abbiamo questa fortuna, tante volte non ci pensiamo ma è così…e da qui deve partire la base di tutte le nostre azioni e le nostre iniziative…non so se sono stato chiaro,ho fatto un intreccio di concetti, ma cmq se lo capite bene, altrimenti chiamate Borgognoni per farvelo leggere…

SIMONE-UN ULTRA’


Facciamo seguire alle parole i fatti

e non aggiungo altro, anche perché Baoite ci guarda…


Erano tempi di parole, che correvano da sole…

…ed era veramente amore!


…NIENTE!