La storia dei due Bohemians Praga
Utile per chi confonde o mistifica la storia, o per chi la ruba o ha intenzione di rubarla

Il Bohemians Praga è uno dei club più prestigiosi della Repubblica Ceca, forse il più popolare di Praga. Fondato nel 1905, colori biancoverdi e stemma il celebre canguro (in ricordo di una tournée australiana nel 1927 nella quale alla squadra furono regalati 2 canguri). Nel 1983 vince il titolo Cecoslovacco, primo e unico scudetto della propria storia (segue un secondo posto due campionati dopo).

Nel 2005 il club fallisce, e la proprietà del marchio viene affittata ad una squadra di serie C, lo Střížkov di Praga 9, che da quel momento prende il nome di Bohemians Praga. Nello stesso tempo un trust di tifosi (tipo quello del Wimbledon qualche anno prima) raccoglie fondi, acquista l’AFK Vršovice, militante anch’esso in terza serie ( Vršovice è il  quartiere di Praga dove il Bohemians è nato e ha sempre giocato), ma a causa dell’affitto del marchio allo Střížkov il nome del club diviene Bohemians 1905. Tutti i tifosi scelgono quindi di seguire il club (ri)fondato dagli stessi tifosi, avente sede nel vero quartiere del Bohemians, e non il Bohemians di  Střížkov, mero utilizzatore del marchio, risiedente in tutt’altra zona di Praga. In terza serie la stagione 2005/06 vede gli unici due derby tra le due "cugine"(prima di quello giocatosi domenica scorsa e finito 0-0), con due pareggi e tanto odio da parte dei tifosi del Bohemians 1905 verso chi ha rubato marchio e nome della squadra, con la pretesa di rubarne anche la storia. Lo Střížkov finisce terzo, il Bohemians quarto, ma ai play off viene promossa come terza squadra in serie B, mentre il Bohemians di Střížkov rimane in serie C. Una soddisfazione non da poco per i tifosi del vero Bohemians, che nella stagione successiva 2006/07 si ripetono e conquistano la massima serie della Repubblica Ceca. Sembra la fine di un incubo per i supporters biancoverdi, eppure non è così. Intanto è il Bohemians di Střížkov a detenere ancora la proprietà del marchio, senza alcuna volontà di mollarlo e, sempre nella stagione 2006/07 anche lo Střížkov ottiene la sua promozione della serie C alla serie B. La stagione 2007/08 vede il ricomparire nei campi che contano la tifoseria dei canguri, sin dalla serie C seguita da migliaia di appassionati, quindi tornano i derby con i cugini dello Sparta e dello Slavia. Purtroppo i biancoverdi del Bohemians 1905 retrocedono per pochi punti in serie B, mentre il Bohemians di Střížkov sigla la doppietta essendo promossa in serie A. Nella stagione 2008/09, quela conclusasi pochi mesi fa, il Bohemians di Střížkov con un finale di stagione incredibile riesce a salvarsi in serie A, mentre il Bohemians 1905, con gran merito, torna in serie A , facendo esplodere di gioia i suoi tanti appassionati.

Nel frattempo, prima di questa stagione, la querelle legale tra i due Bohemians ha fatto registrare una importante vittoria del Bohemians 1905, poiché un tribunale ceco gli ha riconosciuto legittimo l’uso del canguro e dei colori biancoverdi, nonché della storia appartenuta al precedente Bohemians. Il solo Bohemians 1905 può dunque mettere 1905 come anno di fondazione, mentre lo Střížkov deve considerarsi del 2005.

Il Bohemians di Střížkov invece di mollare la presa ha rilanciato duramente, nonostante sia diventata la squadra più odiata della Repubblica Ceca, seguita in casa, nonostante la serie A, da poche centinaia di appassionati. Il club di Praga 9, invece di accettare il fatto di essere un surrogato dei veri Bohemians, si è attaccato al fatto che il nome dei rivali, Bohemians 1905, non può essere accettato in quanto la squadra non è del 1905 ma del 2005 come lo Střížkov.

Si arriva dunque a Domenica scorsa, quando, dopo 3 anni e mezzo, si è rigiocato il derby tra i due Bohemians in casa dell’odiato club di Střížkov. Il presidente di quest’ultimo, proprio a causa della querelle sulla data di fondazione dei due club, aveva dapprima minacciato di non far giocare la squadra, poi si è "accontentato" di mettere il prezzo unico di ingresso a 300 Corone (quando un ingresso nel campionato Ceco va, a seconda dei settori, dalle 50 alle 200 Corone). Sull’altro fronte i tifosi del Bohemians, ma anche la società, hanno preparato nei minimi particolari la giornata dell’orgoglio del Bohemians: di fatti molti tifosi, un migliaio circa, hanno tutti marciato dalla stazione vicina allo stadio in corteo con striscioni tematici ( http://www.bohemians1905.cz/foto/zapas/1007/-/St%C5%99%C3%AD%C5%BEkov%20-%20Bohemians%201905-Fotogalerie.aspx ),  rigorosamente con la maglia da trasferta gialla, e non quella tradizionale biancoverde, in quanto in quell’occasione è stata usata dal club di Střížkov. Dentro lo stadio i 4000 spettatori del Bohemians 1905 (in molti hanno disertato per non regalare le 300 Corone ai rivali) hanno di fatto giocato in casa, avendo di fronte la tribuna di casa semi-deserta. E pazienza se per il terzo match di fila su tre si è finiti in pareggio, quello che conta è aver sostenuto al propria squadra nel momento più basso della propria storia, nel 2005, combattendoe vincendo su un club, lo Střížkov,  che si voleva appropriare della storia che non gli apparteneva, solo in virtù del potere dei propri soldi.

Perché ho scritto questa storia, alla quale mi sono veramente appassionato? Semplice…perche’, per chi conosce la storia della Lodigiani, vi si trovano molte analogie tra quanto successo tra Cisco e Lodigiani, e persino più simile è il caso di Wimbledon e Milton Keynes Dons in Inghilterra e, in Austria, di Red Bull Salisburgo e Austria Salisburgo. Con una differenza emblematica, gigante e sostanziale: che la dirigenza del Bohemians 1905 (come quella del Wimbledon e dell’Austria Salisburgo) ha lottato di fronte alle ingiustizie subite, ha fatto cause, ha difeso la propria storia e il proprio nome! La nostra dirigenza questo non lo ha mai fatto: non ha mai voluto riappropriarsi del vero nome, sta facendo passare anni prima di ricostruire la prima squadra, non ha difeso la propria storia, non la ha rivalutata, e ha fatto si che solo noi pochi appassionati oggi ci possiamo fregiare di aver fatto, se non altro, conoscere la storia di come la Cisco ci ha tolto la Lodigiani…solo grazie a noi la Cisco è una squadra odiata. Però che rabbia vedere il sito ufficiale del Bohemians 1905 recante la scritta "C’è un solo Bohemians"e vedere l’apatia che la nostra dirigenza ha avuto nei confronti della propria storia. Da noi si pensa alle scuole calcio, alle giovanili, alla Borghesiana, ma si è scordato che la vera Lodigiani era la prima squadra, e che ha fatto la storia che ha fatto. Una dirigenza del Bohemians 1905 avrebbe fatto battaglie contro la Cisco e contro i giornalisti che sostengono, in mala fede, che la Cisco ha la storia della Lodigiani, quando tutti sanno che non è così. Una dirigenza del Bohemiams 1905 non avrebbe mai permesso ad un giornalista del cazzo qualsiasi di dire che i vari Toni, Totti, Di Michele, Moretti e così via erano giocatori della Cisco anziché della Lodigiani. La dirigenza del Bohemians 1905 non avrebbe mai permesso alla Cisco di scrivere 1972 sul proprio stemma, né di far scrivere a qualcuno che il Francesca Gianni o il Flaminio sono un pezzo della storia della Cisco. E allora, dirigenti dei miei stivali, svegliatevi, perché il patrimonio storico della Lodigiani che avete fra le mani è immenso e voi non lo state curando affatto! Non lasciate che passi altro tempo che tutti si scordino la storia, non vi fate mettere i piedi in testa da signori che vogliono la nostra eredità senza averne i diritto, e valorizzate ciò che avete tra le mani. La storia è una e non bisogna permettere a nessuno di riscriverla a proprio piacimento! Avete deciso, dal 2005, di far continuare il nome Lodigiani? E allora non scordate mai del peso, e della storia, che questo nome comporta!


 

SOSTIENI GLI ULTRA’ LODIGIANI PER AFFRONTARE LE SPESE LEGALI

Clicca qui per sapere come